Jazzitalia - News: Ravenna Jazz 2018
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ventisettesima Edizione per l'EFG London Jazz Festival, unanimemente riconosciuto come uno degli eventi più sfavillanti all'interno dell'offerta culturale della capitale inglese.

Sessantesimo anniversario del Bologna Jazz Festival, sui palchi e nei club anche di Modena e Ferrara, con un ricco programma e molti eventi didattici, culturali .

Chick Corea, John Scofield, Joe Lovano, Enrico Rava, Pat Martino tra i nomi di spicco del Padova Jazz Festival che si terrà dal 13 ottobre al 24 novembre.

Esce il 19 ottobre "La Fenice", registrazione del concerto che Keith Jarrett ha tenuto a Venezia nel luglio 2006.

Robert Vignola da Trivigno a Hollywood e ritorno con la musica di Zerorchestra: l'anteprima mondiale di "Beauty's Worth" è stato un autentico trionfo..

Brda Contemporary Music Festival: festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua ottava edizione tornare a Smartno, con la dir. artistica di Zlatko Kaučič.

Seconda edizione del Premio Internazionale "Pino Massara" per giovani compositori di musica pop e jazz. Premi per un totale di 25.000 euro.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MENEGOTTO Mauro (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            NASONE Antonio (chitarra)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VIGNALI Michele (sax)
News n. 24409 del 10/04/2018 >> tutte le news...


Ravenna Jazz 2018

45a EDIZIONE
Ravenna, 4-13 Maggio 2018


Dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande, dal piano solo all’orchestra di 250 elementi: Ravenna Jazz 2018 avrà un cartellone con il jazz servito nelle più varie misure.
Il festival ravennate giunge al traguardo della quarantacinquesima edizione, un record nel panorama dei festival jazz italiani, e consolida la struttura extra large che ne ha contraddistinto le più recenti annate: dal 4 al 13 maggio, dieci giorni di musica itineranti tra varie ‘ambientazioni’. Il prestigioso palco del Teatro Alighieri sarà destinato a nomi di ampia notorietà internazionale (Chick Corea, Manhattan Transfer), ai big della scena italiana (Fabrizio Bosso con gruppo e orchestra) e alla colossale produzione “Pazzi di Jazz” Young Project (con ben 250 baby musicisti sopra i quali svetterà la tromba solista di Paolo Fresu). Gruppi e solisti di culto, con proposte innovative alle quali prestare la massima attenzione, gireranno poi nei jazz club e in piccoli teatri tra città e dintorni: sotto la bandiera di “Ravenna 45° Jazz Club” si esibiranno il quintetto di Sarah Jane Morris e Antonio Forcione, Raul Midón, i Sons of Kemet, Andrea Motis, i Guano Padano, Alessandro Scala. E per chi non sa rinunciare al jazz in nessun momento della giornata ci saranno i concerti ‘Aperitifs’, tutti i pomeriggi in attesa dei live serali in teatro.
Ravenna Jazz è organizzato da Jazz Network con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura del Comune di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

Grandi e piccoli organici calcheranno il palco del Teatro Alighieri. Ma al di là dei numeri, gli artisti coinvolti saranno sempre di altissima caratura.
Spicca su tutti Chick Corea (13 maggio): anche in solo, è un nome tale da catalizzare l’attenzione: del pubblico, i media, i colleghi musicisti. Corea ha impresso indelebilmente il proprio nome sulla stagione del jazz rock anni Settanta continuando poi a dominare la scena internazionale anche col suo ritorno alla musica acustica: sin dai suoi folgoranti esordi, ogni suo nuovo gruppo, ogni reunion, ogni tour è un evento al quale si assiste come a un rito magico.
Come Corea, anche i Manhattan Transfer (10 maggio) sono un gruppo che si è impresso nella memoria collettiva. Dall’inarrestabile scalata al successo planetario negli anni Settanta, avvenuto di pari passo con un progressivo aumento degli ingredienti jazzistici nella loro musica, al consolidamento di una fama senza limiti geografici nei decenni successivi. Un gruppo con quasi cinquant’anni di storia alle spalle (i suoi albori risalgono al 1969) entrato a pieno diritto nella Vocal Group Hall of Fame.
La progressione numerica dell’organico avanza ulteriormente con il quartetto del trombettista Fabrizio Bosso, spalleggiato dalla Paolo Silvestri Orchestra (5 maggio). Sul palco uno dei più grandi virtuosi di tromba mai prodotti dal jazz italiano, capace oltretutto di stabilire un intenso feeling col pubblico. Sui leggii un altro mostro sacro della tromba, Dizzy Gillespie, alla cui figura e al cui repertorio sarà dedicato il concerto. Fautore e simbolo del passaggio della musica jazz dalla sua classicità swing alla modernità del bop e dei suoi derivati, che ancora oggi costituiscono gli elementi fondamentali di questa musica, Gillespie è stato anche un solista di estremo virtuosismo ed estroversione: argomenti sui quali anche Bosso ha molto da dire.
Un’esplosione di numeri si avrà poi con la monumentale produzione originale “Pazzi di Jazz” Young Project, dedicata quest’anno a George Gershwin (7 maggio, a ingresso gratuito). Sul palco saliranno ben 250 giovanissimi esecutori affidati alle cure di luminari come il trombettista Paolo Fresu, il direttore e arrangiatore Tommaso Vittorini, l’organettista Ambrogio Sparagna e il beatboxer Alien Dee. In qualità di solisti e direttori affiancheranno l’enorme distesa di giovani allievi da loro stessi preparati nel corso di svariati mesi nell’ambito del progetto didattico “Pazzi di Jazz”.

Sempre più alta, di anno in anno, è la gradazione dei concerti che si tengono nei club e nei piccoli teatri di Ravenna, tra città e circondario: il cast musicale convocato per i sei appuntamenti di “Ravenna 45° Jazz Club” è infatti ad alta tensione sonora.
La cosa sarà chiara sin dalle prime note suonate dai Guano Padano, che segneranno tra l’altro l’apertura del festival (4 maggio, Cisim di Lido Adriano). I Guano Padano mandano in cortocircuito la logica comune: vintage e avanguardia diventano tutt’uno, folk e punk sono come i due lati dello stesso 45 giri.
Ha tutto il sapore della novità, oltre che della gioventù, la presenza della trombettista e cantante spagnola Andrea Motis (6 maggio, Teatro Socjale di Piangipane). Poco più che ventenne, si esibirà con un quintetto che ne metterà in luce il talento chiaro e precoce, appena suggellato dal primo disco per un’etichetta di riferimento come la Impulse!.
Nel ravennate, sua terra d’origine, e non solo, Alessandro Scala è un sax hero: capace di esprimere gli impulsi più brillanti e coinvolgenti della grande scuola sassofonistica hard-bop e funk. Scala si esibirà con un quartetto impreziosito dalla presenza di Lorenzo Tucci, uno dei batteristi di riferimento del jazz italiano, e del chitarrista inglese Nigel Price, il cui stile ben radicato nel solco di Wes Montgomery crea il perfetto amalgama nel gruppo (8 maggio, Mama’s Club).
Non meno intense, ma più suadenti, sono le emozioni che provengono dalla voce di Sarah Jane Morris, che sarà a capo di un quintetto co-diretto col suo chitarrista di fiducia, Antonio Forcione (9 maggio, Teatro Socjale). Voce di culto del pop inglese (Eurythmics, Communards), per i suoi live la Morris si affida a un repertorio di songs celeberrime, riarrangiate con rivoluzionaria semplicità: è l’innesco per un folgorante mix di virtuosismi in punta di dita, ritmi impetuosi, ardente spiritualità e ironia in buona dose.
Raul Midón, originario del Nuovo Messico, è un cantautore nella cui chitarra si cela un’intera orchestra, un vero ‘avventuriero’ della sei corde (nonché delle percussioni). Le sue canzoni, tra soul, folk, funky cubano, jazz e un retroterra latineggiante, sono fonte di inesauribili sorprese, contagiose, estroverse (11 maggio, Cisim).
Le ultime note di “Ravenna 45° Jazz Club” (12 maggio, Bronson di Madonna dell’Albero) lasceranno decisamente il segno. Saranno quelle dei Sons of Kemet, profeti di un funky sciamanico tribale, dai ritmi hi-tech e le armonie low-res: feroci e sensuali, lirici e scabrosi, mischiano folk caraibico, solismi jazzistici e ritmi della diaspora africana.

Confermati anche quest’anno i concerti ‘Aperitifs’: musica jazz in chiave informale, all’ora dell’aperitivo. Saranno dieci appuntamenti, tutti a ingresso gratuito e caratterizzati dalla formula in solo, ospitati nei locali più intraprendenti del centro cittadino.
Per il primo ‘Aperitif’ (venerdì 4 maggio al Fresco Cocktails & Tapas) il chitarrista e cantante brasiliano Rogerio Tavares renderà omaggio alla sua terra con un programma musicale dedicato a Chico Buarque de Holanda. Sabato 5, Al Cairoli, Luca Olivieri sarà “Solo con una fisarmonica”. Domenica 6, ancora al Fresco Cocktails & Tapas, l’hammondista Emiliano Pintori rivelerà le sue “Organ Insights”. Il pianista e cantante Giacomo Toni ritorna puntualmente, per acclamazione, agli ‘Aperitifs’ ravennati: lunedì 7 sarà al Cabiria wine bar con il suo “Nafta Tour 2018”. Martedì 8 a Casa Spadoni Fabio Petretti tratteggerà “Melodie Nude” coi suoi sax ed effetti. Bastano il pianoforte e la voce a Lorenzo Pagani per farci capire cos’è il “Soul” (mercoledì 9 all’Osteria Passatelli - Mariani Lifestyle). Ancora un “Organ Solo”, questa volta con l’hammondista (ma anche cantante) Sam Paglia, riscalderà l’atmosfera del Fellini Scalino Cinque (giovedì 10). Al Caffè del Ponte Marino, venerdì 11, si ascolteranno i paesaggi sonori della “Travelling Guitar” di Aldo Betto. Il tenorista Alessandro Scala col suo “Bossax” si metterà in viaggio tra i classici della bossa nova (sabato 12, Il Roma). L’ultimo ‘Aperitif’ sarà al Caffè del Teatro (domenica 13) con la cantante e pianista Laura Avanzolini e i suoi “Fe_Male Characters”.


PROGRAMMA

Venerdì 4 maggio
LIDO ADRIANO (RA), CISIM, ORE 21:30
“Ravenna 45° Jazz Club”
GUANO PADANO
Alessandro “Asso” Stefana – chitarra, steel guitar;
Danilo Gallo – basso el.; Zeno de Rossi – batteria

Sabato 5 maggio
RAVENNA, TEATRO ALIGHIERI, ORE 21:00
FABRIZIO BOSSO QUARTET E PAOLO SILVESTRI ORCHESTRA
“THE CHAMP - to Dizzy”
Omaggio a Dizzy Gillespie
Fabrizio Bosso – tromba; Julian Oliver Mazzariello – pianoforte;
Jacopo Ferrazza – contrabbasso; Nicola Angelucci – batteria
Paolo Silvestri Orchestra: Claudio Corvini, Fernando Brusco, Sergio Vitale – trombe;
Mario Corvini, Enzo De Rosa – tromboni; Gianni Oddi – sax alto;
Marco Guidolotti – sax baritono; Michele Polga – sax tenore e soprano;
Alessandro Tomei – sassofoni, flauto
Direzione e arrangiamenti: Paolo Silvestri

ANDREA MOTIS QUINTET
“Emotional Dance”
Andrea Motis – tromba, voce; Miguel Artigas – basso;
Josep Traver – chitarra; Ignasi Terraza – pianoforte; Joan Terol Amigó – batteria

Lunedì 7 maggio
RAVENNA, TEATRO ALIGHIERI, ORE 21:00
“Pazzi di Jazz” Young Project
ORCHESTRA DEI GIOVANI, ORCHESTRA DI PERCUSSIONI,
CORO SWING KIDS & CORO TEEN VOICES
250 giovanissimi diretti da Tommaso Vittorini, Ambrogio Sparagna & Alien Dee
special guests PAOLO FRESU, AMBROGIO SPARAGNA & ALIEN DEE
“I Got Rhythm”
Omaggio a George Gershwin nei 120 anni dalla nascita
Serata finale del progetto “Pazzi di Jazz” dedicata a Carlo Bubani
Con il sostegno del Comune di Ravenna
Con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna - MIUR
produzione originale
ingresso libero
A Jazz Journey

Martedì 8 maggio
RAVENNA, MAMA’S CLUB, ORE 21:30
“Ravenna 45° Jazz Club”
ALESSANDRO SCALA QUARTET feat. NIGEL PRICE
Alessandro Scala – sassofoni; Nigel Price – chitarra;
Sam Gambarini – organo Hammond; Lorenzo Tucci – batteria

Mercoledì 9 maggio
RAVENNA, MAMA’S CLUB, ORE 10-13
“Mister Jazz”
WORKSHOP per voce e chitarra
con SARAH JANE MORRIS & ANTONIO FORCIONE
“L’arte di arrangiare cover”

Mercoledì 9 maggio
PIANGIPANE (RA), TEATRO SOCJALE, ORE 21:30
“Ravenna 45° Jazz Club”
SARAH JANE MORRIS & ANTONIO FORCIONE QUINTET “Compared to What”
Sarah Jane Morris – voce; Antonio Forcione – chitarra;
Henry Thomas – basso el.; Jenny Adejayan – violoncello; Martin Barker – batteria

Giovedì 10 maggio
RAVENNA, TEATRO ALIGHIERI, ORE 21:00
THE MANHATTAN TRANSFER & TRIO
Cheryl Bentyne, Alan Paul, Janis Siegel, Trist Curless – voci;
Yaron Gershovsky – pianoforte; Boris Kozlov – contrabbasso; Ross Pederson – batteria

Venerdì 11 maggio
LIDO ADRIANO (RA), CISIM, ORE 21:30
“Ravenna 45° Jazz Club”
RAUL MIDÓN
voce, chitarra, pianoforte, percussioni

Sabato 12 maggio
MADONNA DELL’ALBERO (RA), BRONSON, ORE 21:30
“Ravenna 45° Jazz Club”
SONS OF KEMET
Shabaka Hutchings – sax tenore; Theon Cross – tuba;
Eddie Hick – batteria; Tom Skinner – batteria

Domenica 13 maggio
RAVENNA, TEATRO ALIGHIERI, ORE 21:00
CHICK COREA
piano solo



RAVENNA JAZZ
APERITIFS
ingresso libero


Venerdì 4 maggio
FRESCO COCKTAILS & TAPAS
Aperitif ore 18:30
Rogerio Tavares
“Canta Chico Buarque de Holanda”
chitarra, voce

Sabato 5 maggio
AL CAIROLI
Aperitif ore 18:30
Luca Olivieri
“Solo con una fisarmonica”
fisarmonica

Domenica 6 maggio
FRESCO COCKTAILS & TAPAS
Aperitif ore 18:30
Emiliano Pintori
“Organ Insights”
organo Hammond

Lunedì 7 maggio
CABIRIA WINE BAR
Aperitif ore 18:30
Giacomo Toni
“Nafta Tour 2018”
Piano Punk Cabaret
piano, voce

Martedì 8 maggio
CASA SPADONI
Aperitif ore 18:30
Fabio Petretti
“Melodie Nude”
sax tenore, sax soprano, effetti

Mercoledì 9 maggio
OSTERIA PASSATELLI - MARIANI LIFESTYLE
Aperitif ore 18:30
Lorenzo Pagani
“Soul”
piano, voce

Giovedì 10 maggio
FELLINI SCALINO CINQUE
Aperitif ore 18:30
Sam Paglia
“Organ Solo”
organo Hammond, voce

Venerdì 11 maggio
CAFFÈ DEL PONTE MARINO
Aperitif ore 18:30
Aldo Betto
“A Travelling Guitar”
chitarra

Sabato 12 maggio
IL ROMA
Aperitif ore 18:30
Alessandro Scala
“Bossax”
Viaggio tra i classici della bossa nova
sax tenore

Domenica 13 maggio
IL CAFFÈ DEL TEATRO
Aperitif ore 18:30
Laura Avanzolini
“Fe_Male Characters”
piano, voce

Informazioni
Jazz Network, tel. 0544 405666, fax 0544 405656,
e-mail: ejn@ejn.it
website: www.ravennajazz.org - www.crossroads-it.org - www.erjn.it

Ufficio Stampa
Daniele Cecchini
tel. 348 2350217, e-mail: dancecchini@hotmail.com

Direzione Artistica
Sandra Costantini













Bookmark and Share
News visualizzata 63 volte