Jazzitalia - News: Riflettori accesi sul Montreux Jazz Festival: un programma da capogiro che coinvolge anche le altre due sedi, un programma vario, variopinto che tiene a mente solo una cosa, la buona musica.
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
News n. 24879 del 03/07/2019 >> tutte le news...



Riflettori accesi sul Montreux Jazz Festival
di Alceste Ayroldi

Montreaux Jazz FestivalMontreaux Jazz FestivalQuincy Jones - Montreax Jazz Festival 2019
click sulle foto per ingrandire

E' partito il 28 giugno il festival svizzero, oramai leggendario anche per aver dato vita e forma a una serie di sinergie, alla produzione di dischi memorabili e per essere il catalizzatore dell'attenzione pubblica in tutto il mondo.

Ed è partito, come sempre, alla grande visto che il palco dell'auditorium Stravinski ha già ospitato Mr. Sting e Mr. Elton John, quest'ultimo al tour di addio alle scene. E, a proposito di addii, sempre Montreux sarà protagonista dal commiato anche dell'ultima regina del grande soul Anita Baker, nonché di un'altra regina: la pasionaria della musica folk, quella che ha fatto da Musa e cantore di lotte per la rivendicazione dei diritti negati, Joan Baez (3 luglio).
Montreux ha abituato il suo pubblico a palinsesti da capogiro e, tra gli eventi da ricordare, c'è sicuramente anche Janet Jackson, che ha infuocato il parterre svizzero.

Un programma da capogiro che coinvolge anche le altre due sedi deputate ai concerti: il Jazz Club e il Lab. Un programma vario, variopinto che tiene a mente solo una cosa, la buona musica; quindi astenersi parrucconi sentimentali archiviatori di musica in generi musicali. Anche perché, a pochi chilometri dal territorio italico, si celebra un festival originale: termine che, a guardarsi bene in giro, sembra essere sconosciuto ai cartelloni festivalieri italici, oramai adusi a fotocopiarsi l'uno con l'altro, attingendo da un'unica matrice. Il senso del Montreux è quello di far conoscere la buona musica, di far conoscere nuovi artisti provenienti da tutto il mondo.

Nel complesso, i tre luoghi principali ospiteranno musicisti del calibro di Chilly Gonzales, Cat Power (2 luglio), Ivan Lins (3 luglio), Thom Yorke, James Blake, Robben Ford (4 luglio), Faouzia, Melody Gardot, Apparat (5 luglio), Rag ‘n' Bone Man, le celebrazioni del settantacinquesimo genetliaco di Billy Cobham (6 luglio), Julien Baker, Yann Tiersen, Lloyle Carner, Bon Iver (7 luglio), The Chemical Brothers, Amadou & Mariam, Gyedu-Blay Ambolley, Rita Ora (8 luglio), Tom Jones, Joe Jackson, Jacob Collier, Mac Demarco (9 luglio), Anita Baker, Vincent Peirani, Youn Sun Nah (10 luglio), Janelle Monáe, Lizzo, Terence Blanchard, Grace Carter, Eddy De Pretto (11 luglio), Lauryn Hill, Linda May Han Oh, Chick Corea (12 luglio), per chiudere il 13 luglio con la leggenda Quincy Jones e una vagonata di eccellenti ospiti, oltre agli interessanti concerti di Kimberose, Suzanne, José James. E se tutto ciò non fosse già una bella scorpacciata, ci sono i concerti del tutto gratuiti, sparsi nella gentile e gustosa cittadina (già territorio musicale di Freddy Mercury). Un gran numero di giovani promesse provenienti da ogni dove, con i loro interessanti progetti, come Afra Kane, Festen, Giulia Dabalà, Bekky Boy, Trio Mezcal, Robocobra Quartet, Bariş Demirel, Ariwo, Arthur Hnatek, Luciano Supervielle.

Per chi avrà la fortuna di esserci, ciò che lo aspetta è una sbornia di ottima musica senza confini e senza problemi.

Montreux Jazz Festival, dopo cinquantatré anni, continua a fare la storia dei festival in Europa (e non solo).

Info e programma completo: www.montreuxjazzfestival.com















Bookmark and Share
News visualizzata 610 volte