Jazzitalia - News: La maestria di Francesco Cafiso e Dado Moroni illumina la stagione del Kabala
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Addio a Giorgia Mileto, Con grande dolore apprendiamo della scomparsa della responsabile ufficio stampa del Saint Louis College of Music di Roma e di vari festival internazionali della capitale. .

Vic Juris, chitarrista jazz, noto soprattutto per il suo importante ruolo nella band di Dave Liebman, è mancato il 31 dicembre 2019. Era ricoverato al St. Barnabas Medical Center di Livingston, New Jersey..

E' morto Mario Guidi, uno dei più illuminati manager del mondo del jazz, padre del pianista Giovanni e titolare della MGM Produzioni Musicali, agenzia tra le migliori e serie a livello internazionale.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
News n. 25051 del 22/01/2020 >> tutte le news...


La maestria di Francesco Cafiso e Dado Moroni illumina la stagione del Kabala

Giovedì 23 gennaio 2020, la stagione del Kabala presenta un duo di maestri indiscussi del jazz come Francesco Cafiso e Dado Moroni impegnati in un concerto in duo dedicato a Charlie Parker.


La serata sarà aperta dalla presentazione di “Rapsodia in Blue Note”, libro realizzato da Lucio Fumo con Marco Patricelli, che riporta la parabola artistica, unica e strepitosa, percorsa da Lucio Fumo nel corso degli anni e capace di portare nella nostra città tutti i più importanti protagonisti della storia internazionale del jazz.


La serata rinsalda così il legame stretto e particolare che unisce Lucio Fumo e Francesco Cafiso a partire dall’invito rivolto al sassofonista, poco più che adolescente all’epoca, ad esibirsi in concerto nel 2002 nel festival pescarese: una serata che fece scoprire al trombettista Wynton Marsalis il talento di Cafiso e a “convocarlo” nelle sue formazioni.


Francesco Cafiso e Dado Moroni si incontrano nel segno di Charlie Parker sul palco del Kabala. Due musicisti dalle esperienze di assoluta importanza dialogano sulle composizioni firmate dal “padre” del Be Bop e rileggono la sua figura attraverso la loro spiccata sensibilità: una reinterpetazione capace di unire la tradizione del jazz alle evoluzioni del linguaggio innescate dalle intuizioni dello stesso Parker.


La pratica esigente ed essenziale del duo diventa così il terreno ideale per costruire un discorso musicale in grado di tenere conto dell’estro del momento e del percorso artistico compiuto da Moroni e Cafiso e, dall’altra parte, di utilizzare le tante anime espressive della grande tradizione del jazz.


Francesco Cafiso è uno dei talenti più precoci nella storia del jazz. Decisivo per la sua carriera è l’incontro, nel luglio del 2002, durante il Pescara Jazz Festival, con Wynton Marsalis che, stupito dalle sue qualità musicali, lo porta con sé nell’European tour del 2003. Da allora, Francesco ha suonato nei Jazz Festival e nei Jazz Club più importanti del mondo. Cafiso ha vinto diversi premi prestigiosi, tra i quali il Premio Nazionale Massimo Urbani a Urbisaglia, il premio EuroJazz a Lecco, l’International Jazz Festivals Organization Award a New York, la World Saxophone Competition a Londra, il Django d’Or a Roma, e ricevuto molti altri importanti riconoscimenti. Ha suonato con grandissimi musicisti quali: Hank Jones, Cedar Walton, Dave Brubeck, Mulgrew Miller, Enrico Rava, Dado Moroni, Franco D’Andrea, Stefano Bollani e moltissimi altri. Ha fatto anche esperienze in altri ambiti musicali suonando con Lorenzo Jovanotti, Raphael Gualazzi, Fabio Concato, Antonella Ruggiero. Dal 2008 è direttore artistico del Vittoria Jazz Festival a Vittoria, sua città natale. Il 19 gennaio del 2009 ha suonato a Washington DC durante i festeggiamenti in onore del Presidente Barack Obama e del Martin Luther King Jr. day. Il 17 luglio del 2009, Umbria Jazz lo ha nominato “Ambasciatore della musica jazz italiana nel mondo”.


Dado Moroni nasce a Genova nel 1962 e venne in contatto con la musica jazz molto presto, la sua carriera professionistica decollò all'età di 14 anni, suonando in tutta Italia con alcuni dei più importanti musicisti italiani come Franco Cerri, Luciano Milanese, Gianni Basso, Sergio Fanni e Massimo Urbani e Tullio de Piscopo. All'età di 17 anni registrò il suo primo album in trio e, l’anno successivo, “Bluesology” con il trombettista Franco Ambrosetti, il bassista Niels Henning Oersted Pedersen e ancora il grande Tullio De Piscopo alla batteria. Nel corso degli anni, ha collaborato con Jimmy Woode, Clark Terry, Johnny Griffin, Freddie Hubbard, Bud Shank, Buddy De Franco, Zoot Sims, George Robert, Tom Harrell, Ray Brown e Ron Carter tra gli altri. Dado Moroni ama inoltre cimentarsi anche con artisti normalmente “lontani” dalla sua sfera di azione, ottenendo risultati sempre interessanti come Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Eros Ramazzotti, Mietta e Ornella Vanoni. Dal 2015, collabora con Karima Ammar insieme una ritmica dallo swing inconfondibile di gran classe composta da Stefano Bagnoli e Riccardo Fioravanti.


La stagione del Kabala conferma anche quest’anno la partnership con la Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”, un’istituzione importante per la cultura del nostro territorio: una convergenza naturale per dare vita ad una stagione di assoluto livello.


Il concerto di Francesco Cafiso e Dado Moroni si terrà al Caffé Letterario, in Via delle Caserme a Pescara.


Il prossimo appuntamento con la stagione del Kabala è per giovedì 30 gennaio, con lo spettacolo "Desaparecidos, destini nel Tango", recital teatral-musicale, ideato e diretto da Sara Cecala con Antonio Scolletta, violino, Lorenzo Scolletta, fisarmonica, e Sara Cecala, pianoforte, e con la partecipazione di Anna Melato, attrice e cantante.













Bookmark and Share
News visualizzata 493 volte