Jazzitalia Eventi - Ascolto Funzionale e Ascolto Estetico: Quando "La Necessità Spiega lo Stile"
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Umbria Jazz Winter 2019: Cinque giorni di musica da mezzogiorno alle ore piccole, novanta eventi, sette location nel centro storico di Orvieto, trenta band, più di centocinquanta musicisti, una rappresentanza di altissimo livello del jazz italiano. .

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Giordano in Jazz Autunno/Inverno 2019, edizione del segno delle donne e del piano solo internazionale. Apertura affidata a Linda May Han Oh e poi si continua con Rickie Lee Jones e Brad Mehldau..

Ventisettesima edizione per l'EFG London Jazz Festival, uno dei più importanti festival europei in programma dal 15 al 24 Novembre prossimi con una line up stellare, disseminata fra le principali (e prestigiose) venues della capitale britannica. .

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Il leggendario chitarrista Kenny Burrel in gravi difficoltà di salute e finanziare. Lettera della moglie per poterlo aiutare!.

Ecco la segnalazione di tutti i pezzi mancati dalla prestigiosa Collezione Attilio Berni a seguito del furto subito lo scorso 20 aprile 2019. Diamo un contributo al ritrovamento..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ALESSI Piero (batteria)
            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Ascolto Funzionale e Ascolto Estetico: Quando "La Necessità Spiega lo Stile"
06/10/2010
Napoli (NA)

modifica
Info/Luogo: fonoteca
Indirizzo: Via Morghen, 31/C
Città: Napoli (NA)
Telefono: 0815560338
Email: info(at)fonoteca.net

fonoteca:
presenta
Ascolto funzionale e ascolto estetico: quando "la necessità spiega lo stile"
a cura di
Sandra Evangelisti

L'apprendimento del canto, in generale, avviene prevalentemente per via imitativa. Le registrazioni lasciate dai grandi interpreti del passato e non solo, sono pertanto, per noi, una fonte inesauribile di esempi dei modi più svariati di usare le sonorità nel jazz. È, tuttavia, un errore molto diffuso quello di imitare "acriticamente" le sonorità usate dai propri idoli con conseguenze spesso "disastrose" sia da un punto di vista "funzionale" che "estetico". Molte tra le voci che hanno fatto "la storia del jazz", infatti, erano qualcosa di più di semplici "voci sporche". Erano voci letteralmente distrutte e non semplicemente a causa di un utilizzo "scorretto" della tecnica vocale. Dietro queste voci, infatti, c'erano dei corpi danneggiati dal fumo, dall'alcool o dalla droga e delle vite scalfite dalla rabbia che, in molti casi, nasceva dalle discriminazioni razziali che molti di loro hanno continuato a subire anche nei periodi in cui la loro arte aveva raggiunto il massimo del consenso. Per cui riconoscere quanto determinate sonorità siano dovute ad alterazioni di natura organica o quanto, invece, siano la conseguenza di un semplice "malfunzionamento" del "vocal tract" diventa di fondamentale importanza al fine di stabilire quali tra queste sonorità possano essere "riprodotte" e quali, invece, no. Imparare ad "Ascoltare" le voci che amiamo cercando di comprendere l'eziologia dei suoni che le caratterizzano invece di limitarci ad imitarle "acriticamente" dovrebbe, dunque, essere considerato come un più corretto atteggiamento da tenersi ai fini di una sana crescita vocale.

Con questa serie di seminari mi propongo di guidare all'ascolto e all'esplorazione di alcune di quelle sonorità che possono definirsi caratteristiche dello stile vocale da me preso in esame. Ma come? Per quanto riguarda l'ascolto si tratta di andare a rintracciare tutte quelle sonorità che non soltanto hanno caratterizzato le grandi voci del jazz prese nella loro individualità ma che possono, addirittura, essere considerate come caratteristiche distintive di un intero stile vocale. In che modo, invece, è possibile "esplorare" tali sonorità senza correre il rischio di danneggiarsi la voce? Prima di tutto attraverso lo studio dell'apparato fonatorio. Studio che non deve essere affrontato con fini terapeutici ma ponendosi come obiettivo semplicemente quello della conoscenza. Da tale lavoro si passerà, quindi, allo studio degli organi articolatori e del loro funzionamento. Anche in questo caso l'obiettivo non sarà quello di "imparare a…" ma di affinare, mediante una maggiore consapevolezza, la capacità propriocettiva nei confronti di tutte quelle parti del nostro corpo coinvolte durante la fonazione. Questo lavoro è molto importante perché non solo ci consente di analizzare i vari modi in cui gli organi fonatori possono interagire tra di loro dando vita ad effetti sonori differenti, quanto anche di "riconoscere", e, nel caso, "riprodurre" i suoni che ascoltiamo nelle registrazioni dei brani che decidiamo di studiare.

mercoledì 6 ottobre ‘10 dalle h. 17.00 alle h. 18.30
ci sarà un incontro introduttivo
presso
fonoteca: Via Morghen, 31/C Napoli tel.: 0815560338 - e-mail info@fonoteca.net

Per informazioni rivolgersi a:
Sandra Evangelisti, e-mail:evasama@tin.it tel. 333 66 06 575
www.jazzitalia.net/Artisti/sandraevangelisti.asp

L'INGRESSO È LIBERO


modifica





Bookmark and Share

Comunicati:
04/11/2010"Ascolto estetico e ascolto funzionale". Il vibrato nel jazz: uso e abuso: prima parte, le voci maschili. A cura di Sandra Evangelisti
12/10/2010Voce e silenzio: ovvero l'importanza di cantare da soli. Laboratorio di studio sulla vocalità nel jazz condotto da Sandra Evangelisti
22/09/2010Ascolto funzionale e ascolto estetico: quando "la necessità spiega lo stile" (a cura di Sandra Evangelisti)
17/04/2010Ascolto funzionale e ascolto estetico: quando "la necessità spiega lo stile". Seminario a cura di Sandra Evangelisti

Eventi correlati:
27/04/10 Ascolto Funzionale e Ascolto Estetico: Quando "La Necessità Spiega lo Stile" - Napoli (NA)
10/11/10 "Ascolto Estetico e Ascolto Funzionale". il Vibrato nel Jazz: Uso e Abuso - Napoli (NA)



[Invia un commento]      [Torna all'elenco degli eventi]

Questa pagina è stata visitata n° 767 volte

  Invia questa pagina ad un amico