Home NEWS “Pond Riddim” il primo singolo estratto dal nuovo album dei Valerian Swing

“Pond Riddim” il primo singolo estratto dal nuovo album dei Valerian Swing

30
0

Se c’è qualcosa che abbiamo capito dei Valerian Swing nel corso della loro carriera è che si prendono tutto il tempo di cui hanno bisogno per dare vita ad una nuova opera. Uno spazio riconosciuto a livello internazionale costruito con soli tre album, usciti a tappe ben distanziate tra loro: un esordio, che fu davvero fulminante, nel 2011, e il più recente “Nights” risalente a 7 anni fa, che nel nostro tempo sono un’epoca intera. Anni che sono stati evidentemente pieni di ascolti, esperienze ed influenze ampie e articolate, dato che sarebbe improprio definire ancora il trio emiliano come una rock band, seppur sperimentale.

“Liminal”, quarto album dei Valerian Swing in uscita all’inizio della prossima estate per Pax Aeternum, unisce gli elementi di post-rock e math che ci aspettiamo ad altri provenienti dal jazz contemporaneo, dal grime e dal mondo delle colonne sonore. All’ascolto si possono sentire echi di artisti come GoGo Penguin, Badbadnotgood, Jon Hopkins e Jóhann Jóhannsson insieme a scorci di Battles, Kayo Dot oltre ad influenze del prog italiano.

Il primo singolo estratto dall’album “Pond Riddim” si apre con una lunatica linea di synth e chitarra, portata avanti da basso e batteria. Dopo novanta secondi, però, si iniziano a sentire squarci di tromba (quella di Paolo Raineri degli Ottone Pesante), canti monastici ed elementi percussivi elettronici. La canzone si snoda e ritorna alla melodia iniziale, mentre loop e texture iniziano a costruirsi verso un crescendo che si colloca a metà strada tra il post-rock e il jazz contemporaneo. Qual è il legame tra mistici vocalizzi e questo sogno fatto di un nebbioso assolo di pianoforte, sample sacrali e seducenti poliritmie? La risposta è la sperimentazione libera, che unisce questi elementi in un tutt’uno. “Pond Riddim” svela infatti l’impulso che sta alla base di “Liminal”: l’abbraccio radicale e il gioco degli opposti. Dall’acustico al sintetico, dal rock all’elettronica, dalla linearità alla pluralità.

Il nuovo album “Liminal” uscirà il 21 giugno 2024 ed è in preorder da oggi sul bandcamp dei Valerian Swing

I Valerian Swing sono un trio italiano composto da Stefano Villani, Francesco Giovanetti e David Ferretti.’ ‘Liminal” è il quarto album della band e il primo full length dopo Nights del 2017 – che ha ricevuto il plauso di Rolling Stone, Drowned In Sound, Louder e Classic Rock Magazine. I Valerian Swing hanno suonato in tutto il mondo, anche al SXSW, e hanno condiviso il palco con band del calibro di Dillinger Escape Plan, Russian Circles, Boris, Deafheaven e And So I Watch You From Afar.

David Ferretti: drums and percussion
Stefano Villani: guitars, synth and electronics
Francesco Giovanetti: guitars, synth and electronics

https://valerianswing.bandcamp.com/
https://linktr.ee/valerianswing

UFFICIO STAMPA: Pitbellula