Home Lezioni Lonely Girl: Bill Evans e Tony Bennett – Parte III – I...

Lonely Girl: Bill Evans e Tony Bennett – Parte III – I brani: “Lonely Girl”

35
0

Lonely Girl è stata composta per il film Harlow (1965) da Neal Hefty e i testi, come per Maybe September, sono di Evans e Livingston. Neal Hefty inizia la sua carriera come trombettista, suonando in varie orchestre tra cui quelle di Earl Hines e Herry James. In seguito è ingaggiato da Woody Herman per cui scrive le prime composizioni e da Count Basie con cui collabora per più di trent’anni, firmando decine di brani tra cui Lil DarlinGirl TalkWhy Not e Softly. Stabilitosi in California, lavora come compositore di colonne sonore per il cinema (La strana coppia, 1965) e per serie televisive (Batman). Della colonna sonora del film Harlow, molto bella la versione orchestrale di Lonely Girl.

Tonalità Fa minore
Metro 4/4 Rubato
Intro 2 battute
Tema ballad AB (16+16)
Solo Evans A + prime 8 del B (tema armonizzato)
Tema ultime 8 del B più coda (8 misure su tema A)

La melodia di Lonely Girl è interamente costruita sulla scala Eolia di Fa, con frasi dal profilo discendente che in qualche caso favoriscono la tonicizzazione degli accordi, come tra l’undicesima e dodicesima battuta dove la terza (Mi, sensibile tonale) dell’accordo C7 in rapporto di tritono con la nota Si bemolle (sensibile modale) della melodia, risolve sull’accordo del VI grado Dbmaj9 (Es. 86).

L’introduzione di due battute è ispirata dalla prima frase del tema; sul pedale di dominante, Evans armonizza per quarte la successione di semiminime discendenti fino a raggiungere l’accordo di dominante C7b9(b13) (Es. 87).

Lo spirito del brano decisamente intimistico suggerisce a Evans un accompagnamento minimale, con accordi che armonizzano per lo più le note del tema. Per ciò che riguarda le scelte armoniche, queste sono in gran parte aderenti alla versione originale, fatta eccezione per l’aggiunta di alcuni accordi d’approccio cromatici superiori (Es. 88). A battuta 22 dell’esempio, l’unica vera sostituzione dell’accordo di Bbm7 (versione originale) che Evans lascia Db6/9. L’accordo Abm7(b13) che lo precede, qui privo di fondamentale, altre volte diventa l’accordo D6/9 (Es. 89).

La mano sinistra arpeggia in prevalenza semiminime nell’esposizione, crome nella parte in piano solo, dove sul battere del primo movimento la prima croma è spesso una pausa o comunque una nota non ribattuta perché legata all’ottavo che la precede (Es. 90a e 90b).