Home Album Enzo Torregrossa (Metade)

Enzo Torregrossa (Metade)

18
0

Oneeyedfish (2012)

1. Metade (E.Torregrossa/G.Catanzaro/H.Lourenco)
2. Don’t Know (E.Torregrossa/G.Catanzaro/R.Henry)
3. Nao Abro Mao (E.Torregrossa/G.Catanzaro/H.Lourenco)
4. Your Precious Love (Ashford & Simpson)
5. Foolish Gap (E.Torregrossa/G.Catanzaro/R.Henry)
6. Lady Gaia (E.Torregrossa/G.Catanzaro)
7. Into My World (E.Torregrossa/G.Catanzaro/R.Henry)
8. Sonho (E.Torregrossa/G.Catanzaro/H.Lourenco)
9. All Do Can Do (E.Torregrossa/G.Catanzaro/R.Henry)
10. Demi God Rouge (E.Torregrossa/G.Catanzaro/R.Henry)
11. Streets Below (E.Torregrossa/G.Catanzaro/R.Henry)
12. Mary’s Eyes (E.Torregrossa/G.Catanzaro)
13. Stefano’s Blues (E.Torregrossa)

Enzo Torregrossa – contrabbasso, basso, piano, synth
Gherardo Catanzaro – piano, synth, bandoneon
Filippo Magnati – batterie e percussioni
Heloisa Luorenco A.k.a Luma – voce
Robert Henry A.k.a Rob Li – voce)
Gigi Sella – sax soprano e tenore

Metade è il nuovo album di Enzo Torregrossa, a.k.a. Zone. Il contrabbassista siciliano, avvalendosi del contributo di Gherardo Catanzaro e di validi vocalist, dà vita ad un lavoro interessante e ricco di sfumature.
La voce ricca di soul di Rob Li impreziosisce la cover di “Your Precious Love”, dal repertorio Motown, oltre che la funkeggiante “Foolish Gap”. Entrambi i pezzi vengono anche arricchiti dal contributo caldo dei fiati e del sax. Più vellutata “Into my world” dalle tinte soul/r&b e con ancora protagonista la voce di Rob Li, mentre Heloisa Lourenco, a.k.a Luma, rende magici pezzi come “Sonho” e la title-track, dall’atmosfera brasileira. Notevole, tra gli strumentali “Mary’s Eyes” col suggestivo sax soprano di Gigi Sella.

In questo terzo capitolo a nome Zone, Enzo Torregrossa ci propone la sua miscela di nu-jazz, bossanova, funk e r&b con arrangiamenti impeccabili per circa un’ora di musica piacevole e all’insegna del groove puro. Il lavoro, pur non potendosi considerare jazzistico in senso stretto, mostra un altro convincente lato artistico di Enzo Torregrossa, da sempre aperto a nuove tendenze.

Francesco Favano per Jazzitalia