Home Chitarra Lezione 36: Risoluzioni V7 – I (e altri) – presentazione e 13ma...

Lezione 36: Risoluzioni V7 – I (e altri) – presentazione e 13ma alla 1a voce

24
0

Presentazione:
Questa serie di 11 schede e relativi audio mostrerà alcune possibilità risolutive dell’accordo di 7a di dominante verso il Io grado maggiore e per ogni accordo anche alcune alternative.

La prima voce dell’accordo di 7 sarà per ogni esempio sulla corda di E, e sarà per ogni scheda su un grado diverso (la 2a avrà la 7a al canto e così via).

Partiamo con la 13ma (6a) perchè è la prima nota che troviamo sul E cantino (corda a vuoto), proseguiremo poi con la 7a, 1a ecc…

L’unica nota che verrà omessa è la 7a maggiore, tutte le altre possono essere armonizzate con accordi alterati e non.
Nella parte superiore sono indicati i due accordi (la 7 e la sua risoluzione), mentre in quella inferiore c’e una frase melodica che sarà di volta in volta basata sulle principali scale che possono essere utilizzate sull’accordo di dominante.

A ogni esempio A seguirà un esempio A1 (ecc…) che manterrà inalterata la 1a battuta (con eventuali piccole variazioni melodiche) e mostrerà un’alternativa risolutiva (BII7 – I, IV7 – I, cadenze d’inganno, ecc…).
Ogni frase andrà eseguita prima senza legato (i cui punti potranno essere cambiati a piacere, tenendo però conto che le diteggiature scelte, ovviamente solo alcune di quelle possibili, sono funzionali alle possibilità del legato scelto) e poi con.
Alcune frasi sono molto semplici e tradizionali, altre conterranno invece alcune poliritmie e soluzioni ritmiche e armoniche più ricche.

La frase sull’accordo di 7a potrà essere formata solo dalle note della scala scelta o,più frequentemente, arricchita con le varie forme di approccio.
Per una questione di ordine è stato scelto di mettere sempre prima l’accordo di 7 e poi la sua risoluzione ma, in alcuni casi, sarebbe stato possibile invertirli mettendo sulla battuta forte (la 1a) il secondo accordo.

Naturalmente era possibile fare molte altre cose, ad esempio formare melodie non ricavate esclusivamente da scale o mettere la 1a voce degli accordi sulla corda di B o anche far precedere l’accordo di 7 da un altro accordo (in genere il II) ma già così il risultato è di circa 100 combinazioni di accordi di 7 con risoluzione e relative frasi melodiche.


L’alternativa tratta l’accordo come un bII7 (sostituzione di tritono) e lo fa risolvere 1/2 tono sotto:

La frase B è basata su una scala diminuita 1/2 tono sopra (diminuita che parte con il semitono), caratteristica dell’accordo 13b9:

Nel secondo esempio la risoluzione è su un accordo maj7 1/2 tono sopra (cadenza d’inganno in Cm):

Nell’esempio C sono usate solo note della scala misolidia, la risoluzione sul I grado arpeggia le note di un accordo m7 sul IIIo grado (Em7 su C) che da come risultato un Cmaj9:

In questa soluzione l’accordo di 7 si trova un tono sotto l’accordo di arrivo (bVII7), la funzione è quella di sottodominante minore (Dm7). E’ stata usata una misolidia ma sarebbe stata possibile anche una lidian dominant (provate a sostituire il C con il C#):

L’esempio D è un pattern molto comune della scala diminuita:

L’alternativa è una cadenza d’inganno (V7 – VIm7) nella tonalità maggiore: